RHIB- 950 Berir - Unità Militare d'assalto - raffaele staiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

RHIB- 950 Berir - Unità Militare d'assalto

UNITA' MILITARI
 
 

Rhib 950 Typhoon - Questa unità è stata studiata in collaborazione con la società Berir & Co. 

(BERIR & Co. it's a company that has long experience in Defense area in "Maritime Operations" and "Special Force Waterborne operations") . 

L'unità, estremamente versatile, vuole inserirsi in un settore delle attività militari non sufficientemente supportato da unità di nuova generazione. 

Nuovi materiali, nuove tecnologie, nuovi processi ingegneristici sono stati messi al servizio degli esperti militari del settore per creare un'unità che possa essere la punta di diamante nelle attività condotte dalle forze speciali.

 



Caratteristiche tecniche 


Le forme dello scafo sono state studiate in collaborazione con l'ing. Sebastiano Caldarella responsabile della Vasca Navale di Napoli.

La carena rappresenta il risultato di studi sempre più affinati per ottimizzare i campi di pressione in planata e in pre-planata in vasca numerica e con modelli matematici classici.






Simulazione del flusso intorno alla carena






Andamento del flusso Acqua - Aria 






Studio delle Pressioni e depressioni 

generate dagli "steps"





La verifica e il confronto secondo i metodi classici di previsione di potenza e dello studio del sistema d'onda generato.








Simulazione alla velocità di 20 Nodi.








Simulazione alla velocità di 50 Nodi.







AUTONOMIA 

2 casse Gasolio Strutturali  - totali  1010 litri 

N°1 - 535 litri 

N°2 - 475 litri 



MOTORIZZAZIONE 

Configurazione Base:

  • 2 Volvo Penta D6 400 - 
  • POTENZA 800 hp complessivi 
  • linea d'assi tradizionale - 
  • piedi poppieri Volvo Penta con doppia elica contro rotante - 


VELOCITA 

  • Con assetto leggero superiore ai 45 Nodi 
  • Con assetto pesante (Piena autonomia, dotazioni operative complete, protezioni balistiche da 760 kg) superiore ai 42 Nodi 







 





STUDIO DELL'ASSETTO 

Particolare cura è stata data alla distribuzione dei pesi in tutte le configurazioni operative e nei vari campi di autonomia, creando il miglior compromesso tra inizio e fine missione.

Ogni singolo peso è stato preso in considerazione. Più di 650 voci, dal più consistente (come il motore Volvo Penta da 685 kg) a quello meno rilevante (come i connettori elettrici della strumentazioni) ogni voce è entrata nell'algoritmo per la determinazione dell'asseto. La posizione dl ogni singola voce è stata ponderata sia dal punto di vista operativo (con gli esperti militari della Berir) che dal punto di vista ingegneristico.

















 



Assetto in condizioni di partenza (1000 Litri Gasolio)  

10 operatori 

con il massimo carico 

 
 

Assetto a metà operazioni (500 Litri Gasolio) 

10 operatori

con il massimo carico 

 
 

Assetto in condizioni di arrivo  (100 litri Gasolio) 

10  operatori

con il carico al minimo 

 

STUDIO DELLA TENUTA AL MARE SEVERO


Al Rhib 950 Typhoon è stato applicato lo stesso studio che viene realizzato per le navi appoggio alle piattaforme marine nel Mare del Nord, il Seakeeping

Il modello matematico impiegato è ormai consolidato e ha avuto molteplici riscontri pratici soprattutto in quell'angolo del mondo in cui il mare sa essere davvero molto severo e le unità che vi lavorano non possono permettersi soste. 

Lo studio permette di redigere, nelle unità maggiori, manuali di gestione e di operatività, per ogni condizione di tempo. In questo modo le unità conoscono in anticipo quali angoli d'incontro utilizzare e a che velocità operare per non superare valori critici delle accelerazioni dovute al mare ondoso, ma rimanendovi al limite. 

Sotto le indicazioni degli istruttori della Berir è stato realizzato il peggior scenario meteo marino in cui possa trovarsi l'unità 950 Typhoon. 

Vento, condizioni delle onde, tipo di mare, angoli d'impatto hanno permesso la realizzazione dello spettro di mare matematico, con più di 95 componenti di onde diverse, su una base predominante in direzione e grandezza, allo scopo di simulare il mare confuso. 

I risultati hanno permesso di valutare i carichi di impatto dinamici  utilizzati nel dimensionamento strutturale e di osservare quali siano le caratteristiche di tenuta del Rhib 950 Typhoon.  









I risultati numerici 

in termini di accelerazioni e carichi inerziali 

in funzione della frequenza d'incontro rhib-onda.




 
 


MATERIALE COSTRUTTIVO e DIMENSIONAMENTO STRUTTURALE


Le unità presenti oggi sul mercato sono costituite in VTR o in lega di alluminio classica.

Per gli obiettivi prefissati lo scafo in lega di alluminio è stata una scelta doverosa.


Oggi la lega di alluminio utilizzata nel campo navale è l' AL 5083 H 321

I tecnici della Berir costantemente vigili e attenti all'innovazione nel settore militare, sono riusciti ad ottenere l'impiego di una particolare lega di alluminio studiata da Alcoa Nautic-Al esclusivamente per le unità stealth della marina statunitense, tale lega presenta delle particolari resistenze alle escursioni termiche che provocano l'insorgere di fenomeni di ossidazione lungo i cordoni di saldature, ovviamente la lega presenta anche ulteriori vantaggi specificatamente richiesti per l'impiego nel settore militare, come l'incremento della tensione di snervamento. 

La lega è certificata dal Registro di Classe Navale Americano ABS, da quello Inglese Lloyds Register LR e da quest'anno anche dal Registro Navale Italiano Rina.

La lega innovativa utilizza è l'AL 5083 H 128 


(materiale informativo Alcoa)

 
 
 
 
 




La Determinazione dei carichi Strutturali e 

il disegno della sezione in mezzeria 





La verifica a fatica di tutti gli elementi strutturali

alla velocità di 50 Nodi
mediante il software del Rina 



La verifica ai carichi dovuti alle onde 
 
 
 




La Determinazione dei carichi dovuti all'aviotrasporto e aviolancio

e lo studio dei sistemi di attacco

 
 
 
 
 
 
 
 




IL PIANO DEI FERRI 

 
 
 
 
 
 
 




IL MODELLO COSTRUTTIVO 3D

 
 
 
 
 
 
 




LO STUDIO AD ELEMENTI FINITI (FEM)

DEL SUPPORTO ARMA

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 




LA REALIZZAZIONE DEI FILE DI TAGLIO  

(il nesting) 

 
 
 
 




LA REALIZZAZIONE DEI  DISEGNI PER IL MONTAGGIO IN CANTIERE


 
 
 
 
 
 
 




LO STUDIO DELLA STABILITA'


Il range di stabilità positiva, ovvero il campo in cui l'unità ha le capacità di tornare in posizione dritta senza l'ausilio di sistemi aggiuntivi va da 0° a 69.6 ° gradi, a questo range va aggiunto l'effetto positivo dei tubolari laterali che incremento la stabilità fino al raggiungimento delle capacità di self righting 


 
 
 




LO STUDIO DELLA FORMA DEI TUBOLARI 

 
 
 
 
 
 




LA RICERCA E LO SVILUPPO DI UN TESSUTO INNOVATIVO 

PER LA REALIZZAZIONE DEL TUBOLARE PERIMETRALE

 



Uno dei punti di forza dell’unità è costituito dal materiale di costruzione del tubolare perimetrale.
La BERIR & Co.  in colaborazione con Nuvurania ha realizzato il tessuto multistrato anti-perforante “NETTUNO” ®
Tale tessuto è stato realizzato per assolvere i compiti più gravosi richiesti dal ENFORCEMENT & GOVERNMENT.
Questo tessuto innovativo, protetto da brevetto industriale, data l’elevata capacità di resistenza alla perforazione, può essere definito Unico ed Esclusivo per tali applicazioni rispetto a tutti quelli presenti sul mercato.

 
 
 
 




In laboratori certificati sono stati eseguiti test di perforazioni e confronti tra il normale tessuto HYPALON e il tessuto NETTUNO

i risultati non richiedono commenti 



 
 
 




LA RICERCA E LO SVILUPPO DI UN SISTEMA INNOVATIVO 

PER LA GESTIONE DELL'ARIA TUBOLARE


La BERIR è l’unica società che detiene il brevetto di valvole intercomunicanti non in materiale plastico, ma in titanio per un’eccellente affidabilità e sicurezza nel settore Rhib militari.
Nella soluzione che si propone NESSUNA VALVOLA del tubolare perimetrale sarà realizzata in materiale plastico.

MAIN PROPERTIES:
• Innovative concept design
• High Technology Material
- Duplex anti-corrosion alloy
- Titanium for light application
• Easy Maintenance and Operating Inspection
• Compact and Ergonomic Design
• Integrated Overpressure Relief
• Designed for use up to 4500 Psi (300 Bar)
• Easy Flow Selection
• 100% Made in Italy

DESIGNED IN ACCORDANCE WITH
FOLLOWING RULES & STANDARD:
• ASME VIII
• ASME B16.34
• GUEST RESISTANCE CRITERIA




LO STUDIO DELLE PROTEZIONI BALISTICHE




E' STATO SVILUPPATO UN SISTEMA A BINARI « MULTIPURPOSE» CHE PERMETTE DI INSTALLARE IN MODO RAPIDO LE PROTEZIONI MODULARI IN ALLUMINIO BALISTICO CHE GARANTISCONO LA PROTEZIONE DEL PERSONALE A BORDO DA LIVELLO 2 A LIVELLO 1 SECONDO LO STANAG NATO 4569. L’ALLUMINIO BALISTICO IMPIEGATO E’ CERTIFICATO E RISPONDE A TUTTI I TEST PREVISTI DALLO STANAG NATO 4569.













 


LA SCELTA DELLE SEDUTE ANTI "g"


2 sedili di tipo ammortizzato per pilota e copilota 

SHOCKWAVE CORBIN HIGH BACK DROP DOWN 





3 sedili JOCKEY di tipo ammortizzato per equipaggio 

SHOCKWAVE S3-CORBINJOCKEY FOLDING REAR MOUNT 





5 sedili JOCKEY di tipo ammortizzato per equipaggio 

SHOCKWAVE CORBIN JOCKEY FOLDING FRONT MOUNT 





 
 
 





 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu